Mesotes aristotelica per Jean Giraud

by Marguerite

oltre 5 anni fa

Istruzioni:
Vai in una biblioteca pubblica e scegli 7 libri i cui titoli inizino per ognuna delle lettere che compongono la parola MOEBIUS. Sei ancora vivo? Bene, ora lascia al loro interno messaggi che sostengono l’importanza della Teoria dell’Orgone.

“"Un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi."”

Immagine 20 4

Img 8287

Img 8320

La biblioteca di Monza: ottima per studiare, pessima per organizzazione e quantità/assortimento

6292

Il Pertini

391660 3562966323072 685033 n

P9220042

Img 8340

è graaaaande e fornitissima *-*

Img 8341

Img 8331

andate e diffondete il messaggio!

Img 8334

M

Img 8335

O

Dsc 0203

E (il bigliettino è stato poi ripiegato e infilato per bene nella custodia del CD)

Img 8342

B

Img 8338

Img 8339

I

Img 8336

U

Img 8337

Img 8332

S

Img 8333

Immagine 20 4 Img 8287 Img 8320 6292 391660 3562966323072 685033 n P9220042 Img 8340 Img 8341 Img 8331 Img 8334 Img 8335 Dsc 0203 Img 8342 Img 8338 Img 8339 Img 8336 Img 8337 Img 8332 Img 8333

Considerazione 1: i libri parlano da sè (se ne sono lamentati già abbastanza Platone e Theuth su questa cosa, quindi glisso). Siccome è una missione sui libri, non voglio dilungarmi in commenti come faccio di solito per somma gioia del mio cervello.

Considerazione 2: la missione era originariamente da svolgersi nella biblioteca di Monza, ma, viste le condizioni VERGOGNOSE in cui versa (sono certa di avere molti più libri in casa io), ho approfittato di quella MERAVIGLIA che è il centro "Il Pertini" di Cinisello Balsamo. Vi prego di andarci almeno una volta nella vita, scalda il cuore, ve lo assicuro.

Considerazione 3: per questa missione ho voluto scomodare i miei libri preferiti, quelli che porto sempre dentro di me. Il lavoro di selezione dei titoli è stato lungo e (ve lo assicuro) dolorosissimo, ma ho voluto affidare la diffusione della teoria dell'Orgone a dei messaggeri che fossero davvero, davvero speciali. Ci sono stati peraltro di cambiamenti di titoli in loco, causa assenze di alcuni dei libri che avevo originariamente scelto (per la precisione, sono stati, degnamente, sostituiti i titoli corrispondenti alle lettere M, E, U e S)

Considerazione 4: uno dei titoli non è un libro ma un CD, spero vogliate perdonare questo mio sentimentalismo...

Considerazione 5: de gustibus non disputandum (est).

Considerazione 6: il disegno è mio, mi sembrava appropriato e adeguatamente misterico :)

Considerazione 7: non finirò mai di ringraziarlo abbastanza, ma grazie, ratto fotografo :)
________________________________________________________________________

MOEBIUS

Ma gli androidi sognano pecore elettriche? (Philip K. Dick)
Ossi di seppia (Eugenio Montale)
E semm partii... (Davide Bernasconi, in arte Davide Van De Sfroos)
Bone (Jeff Smith)
Il mondo nuovo (Aldous Huxley)
Un mese con Montalbano (Andrea Camilleri)
Sei personaggi in cerca d'autore (Luigi Pirandello)

Ma gli androidi sognano pecore elettriche? (Philip K. Dick)

Era passato da una realtà all’altra nel solito modo incomprensibile; la fusione fisica – accompagnata dall’identificazione mentale e spirituale – con Wilbur Mercer aveva avuto di nuovo luogo. Ed era accaduto lo stesso a chiunque stava stringendo in quel momento le maniglie, sia qui sulla Terra che su uno dei pianeti colonizzati. Li sentiva in sé, gli altri, ne incorporava il fitto e confuso brusio dei pensieri, sentiva nel proprio cervello il rumore delle loro innumerevoli esistenze individuali.

Ossi di seppia (Eugenio Montale), Casa sul mare

Vorrei prima di cedere segnarti
codesta via di fuga
labile come nei sommossi campi
del mare spuma o ruga.
Ti dono anche l’avara mia speranza.
A’ nuovi giorni, stanco, non so crescerla:
l’offro in pegno al tuo fato, che ti scampi.

E semm partii... (Davide Bernasconi, in arte Davide Van De Sfroos), Ventanas

Ventu, veent, veent cunt'el pàss balòss
quell che vöri mea tirum via de dòss
slàrga el fiaa e bùfa in giir i stell,
lassa el to' disegn in sö la mia pell...

tirum via la smàgia
della mia pagüüra
e scancela el pass
de quaand che gira l'ura...

porta via i suspiir
e dàmm indree i suriis
basa la muntagna
cunt i cavej griis....

néta la mia fàcia
néta la mia umbrìa
fàmm una carèzza
prèma de nà via…

Bone (Jeff Smith), dialogo fra Bone, l'insetto Ted e due Creature Ratto

C1 (all’altra creatura ratto) - Compagno! Stiamo per banchettare! Presto! Nascondi la tua grassa carcassa dietro ai cespugli e sta’ pronto! (a Bone) Salve piccolo mammifero…ti spiace venire qui un momento? Vorrei mostrarti una cosa…
B - Me la puoi mostrare qui, dove se voglio posso scappare?
C1 - No, no! Ti prego! Vieni qui…il tuo amico drago non è con te, vero?
B (a Ted, che scappa)- Ehi, Ted! Dove te ne vai?
T - Cavatela da solo, Bone!
C1 (all’altra creatura ratto)- Presto compagno! Accendi il fuoco!
C2 - No. Hai detto che sono grasso.
B (a Ted)- TED! Aspettami!
C1 (afferrando Bone, all’altra creatura ratto) - Bene, bene…guarda chi ha deciso di fermarsi a cena. Accendi il fuoco.
C2 - No. Hai detto che sono grasso.
C1 - NO?! Come sarebbe a dire no?!
C2 - E non è la prima volta che lo fai…
C1 - Compagno…sii ragionevole! Non ci ho pensato…stavo cercando di procacciarci il pasto…non è il momento --- ritiro tutto…non sei grasso.
C2 - Troppo tardi!
C1 - Ti prego, compagno. Voglio solo farlo a pezzi per lo stufato!
C2 - E c’è anche questo! Sono stanco di stufato! Lo voglio impanare e farci una leggera, vaporosa quiche.
C1 - QUICHE?! Che razza di pasto da mostro è?! (a Bone) Senti, pensi di poter tornare tra una mezz’ora? Dovremmo aver risolto, per allora.
(Bone scappa)
C1 e C2 -…
C1 (all’altra creatura ratto)- Perché non mi hai fermato?
C2 -Perché mai? Sei così furbo!

Il mondo nuovo (Aldous Huxley)

La felicità effettiva sembra sempre molto squallida in confronto ai grandi compensi che la miseria trova. E si capisce anche che la stabilità non è neppure emozionante come l'instabilità. E l'essere contenti non ha nulla d'affascinante al paragone di una buona lotta contro la sfortuna, nulla del pittoresco d'una lotta contro la tentazione, o di una fatale sconfitta a causa della passione o del dubbio. La felicità non è mai grandiosa.

Un mese con Montalbano (Andrea Camilleri)

La lettera anonima, scritta a stampatello, con una biro nìvura, era partita da Montelusa genericamente indirizzata al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Vigàta. L'ispettore Fazio, che era addetto a smistare la posta in arrivo, l'aveva letta e immediatamente consegnata al suo superiore, il commissario Salvo Montalbano. Il quale, quella mattina, dato che tirava libeccio, era insitàto sull'agro, ce l'aveva a morte con se stesso e con l'universo criato.
«Chi minchia è questo Verruso?»
«Non lo saccio, dottore.»
«Cerca di saperlo e poi me lo vieni a contare.»

Sei personaggi in cerca d'autore (Luigi Pirandello)

Abbiamo tutti dentro un mondo di cose: ciascuno un suo mondo di cose! E come possiamo intenderci, signore, se nelle parole ch'io dico metto il senso e il valore delle cose come sono dentro di me; mentre chi le ascolta, inevitabilmente le assume col senso e col valore che hanno per sé, del mondo com'egli l'ha dentro? Crediamo di intenderci; non ci intendiamo mai!

4 Commenti

  • Pry
    Pryntyl [2895 commenti]
    oltre 5 anni fa

    Bellissima quella biblioteca!
  • 1044715 10200788665973284 498877699 n
    gnapp [2007 commenti]
    oltre 5 anni fa

    bella scelta di libri e belle le biblioteche che scaldano il cuore!
  • Picture0012
    Broccoli or Potatoes? [4738 commenti]
    oltre 5 anni fa

    Ventanas mi fa sempre piangere!
    Bella l'idea di selezionare accuratamente i libri! Probabilmente li prenderà in prestito qualcuno che li merita e chissà...
  • Img 0746 1373384514814 n
    Stella III [1540 commenti]
    oltre 5 anni fa

    Mi ha subito colpito la copertina, il disegno è bellissimo e inquietante! mi piace leggerei sicuramente il tuo biglietto! Bella anche la scelta dei libri!