Ore antelucane

by Dextroy

oltre 6 anni fa

Istruzioni:
Tra le 3 e le 5 del mattino, fai una passeggiata silenziosa di almeno mezz'ora.

“Ma il mio telefono ha anche una modalità notte!”

Foto 0145

Ore 4.30 Am. Si inizia.

Foto 0148

Che foto da schifo...

Foto 0149

E qui, scoprii che il mio cellulare aveva una modalità "Notte"...

Foto 0147

Questi autobloccanti avevano un nonsoché di ipnotico...

Foto 0151

Cos'era successo in quella data? Info in fondo alla missione.

Foto 0153

Beh, lunga è lunga...

Foto 0155

Potrebbe essere un'ottima candidata per diventare una "panchina dei limoni"

Foto 0160

The last of them.

Foto 0161

Ho scoperto che, guardando la luna in centro america, vedi un coniglio. [cit.]

Foto 0164

Che bel panorama. (e che risoluzione del menga)

Foto 0157

C'eravamo già passati tre o quattro anni fa. E il cartello c'era. [cit.]

Foto 0158

che poi, alla fine, la passeggiata è doppia. C'è la parte alta e la parte bassa.

Foto 0162

Un ponte. Probabilmente ferroviario. Li costruivo uguali in Simcity 4...

Foto 0165

Ore 5.00 Am. Arriva il resto del gruppo. #1

Foto 0166

Ore 5.00 Am. Arriva il resto del gruppo. #2

Foto 0145 Foto 0148 Foto 0149 Foto 0147 Foto 0151 Foto 0153 Foto 0155 Foto 0160 Foto 0161 Foto 0164 Foto 0157 Foto 0158 Foto 0162 Foto 0165 Foto 0166

Eccomi qui! Sono Dextroy, il vostro cantastorie (credo e spero) preferito.

Questa storia inizia sabato 21 Settembre. Per l'esattezza alle 9 del mattino.
Erano mesi che si pensava ad una fiaccolata da Pin Di Verra inferiore, "la piana" (2069 mt di altitudine), (Vicino a Champoluc, in Val d'aosta cercatevelo su gugol!) fino ad angera. Che poi, di chilometri, ce ne sono in mezzo un bel po'.

Insomma, partiamo dall'oratorio alle nove di mattina e, tra una cavolata e l'altra ci ritroviamo sui tornanti che portano alle case alle 10 passate. Un passo dopo l'altro, un pezzo di Toblerone dopo l'altro, uno scherzo dopo l'altro arriviamo in cima, si pranza, si passa un pomeriggio in segno del cazzeggio.

C'è chi passeggia, chi dorme, chi continua a mangiare e chi "assaggia" il genepì distillato dal prete. E ne fa fuori metà dopo un'ora. Passati gli ultimi avvisi, la preghiera, la cena, un compleanno e la seconda metà della bottiglia (bisognerà scaldarsi, no?) siamo pronti per partire. Alle 10 e mezza di sera siamo in viaggio. a piedi. Urlando e cantando. Tipo degli alpini.

Piccola messa e si può partire con la fiaccolata vera e propria. Viene tirata fuori dall'automedica la prima bici e si parte. 6 chilometri ciascuno. Divisi in pezzi da tre. E siamo in 30.
...fate un po' il conto voi...

Siamo in auto in sei, l'autista, il navigatore, Ciccio, Gomi, Rocco (è un soprannome, immaginatevi il perché) ed io. Siamo belli comodi dato che è un Fiat "Ulisse". Le cavolate volano e riempiono il tempo. C'è chi si sfotte, chi legge (io), chi ascolta musica dall' emmepitre, chi dorme (Rocco. Che è salito fino in "piana" in bici e non ha tutti i torti a dormire) chi guida, e chi canta De Andrè.

Passano non so quanti chilometri e, dopo un pezzo di "pedalata" in discesa, ci troviamo a Romagnano Sesia (NO) per la prima sosta. Sono le quattro e dobbiamo asppettare il pulmino del gruppo mancante. In auto non riesco a dormire (Rocco e Gomi russano forte). Esco e cerco di dormire fuori. Mi sdraio su una panchina ma è fredda e dura. Sopratutto dura. Nulla da fare.

Scendo dalla panchina, mi fumo una sigaretta con l'autista di un altro gruppo e inizio a camminare. Guardo l'orologio del cellurare. Sono le 4.20. Di mattino. E fa freddo.
Dato che non riesco a dormire mi siedo e penso. Nel vorticare della mente mi ricordo di "Ore Antelucane" e di CCU. Sono le 4 e mezza. Inizio a camminare per la passeggiata "8 Ottobre 2001" sono solo, penso e scatto foto (scoprendo, tra l'altro, che il mio telefono ha una modalità notte). Cammino per tutta la passeggiata poi torno indietro. Sono 15 minuti di camminata per senso di marcia. Mezz'ora in tutto e, da lontano, si odono gli echi dell'ultimo gruppo. I folli sono scesi dal pulmino e se la fanno di corsa. Cantando. Ora capisco perchè il pulmino è arrivato vuoto. Guardo l'orologio.

Sono le 5. Mezz'ora è passata. Apro il pacchetto di Winston blue da 20 e impreco scoprendolo vuoto. Quella che mi sono fumato prima di tornare verso i gruppi era l'ultima. Si parla un po' e si riparte verso il prossimo ritrovo e la prossima pausa.

Del resto della fiaccolata non ricordo un granché. Solo un paio di birre (in auto siam tutti maggiorenni), un pezzo di pedala in salita col cambio che scatta, e una fermata al Mec di Castelletto per prendere un caffè. Che non era nemmeno buono.

Arrivati in oratorio ci vengono dati caffèlatte, cioccolata, te, brioches, torte e nutella. Nel fare colazione sembriamo degli sfollati. Tutti infreddoliti, coperti e con le mug che, fumanti, vengono strette nelle mani.

Anche per oggi è tutto. Dextroy, il vostro cantastorie, ha raccontato tutto quello che aveva da raccontare di questa storia. Spero vi sia piaciuta, se così non fosse, rimedierò prima o poi. Mi scuso per avervi rubato un dieci minuti buoni di storia e spero di avervi scroccato qualce voto.
No, non piangete e non tirate. Ora devo andare ma tornerò con una nuova storia, magari bella, magari brutta. Non preoccupatevi, ritornerò.

Giusto, dimenticavo. Cosa accadde nella data che nomina la passeggiata? Rispondete e riceverete una sorpresa.

-----Link utili----
"Amici di Pian di Verra" (l'associazione che ha organizzato parte della fiaccolata): http://apdv.4ur.com/
"Varasc.it: Val d'Ayas e Comunità Montana dell'Evançon" (informazioni su pian di verra): http://www.varasc.it/Pian%20di%20Verra.htm

2 Commenti

  • Picture 4
    Dextroy [71 commenti]
    oltre 6 anni fa

    è stato piacevole anche viverlo.
    Se qualcuno ti dirà "ehi, facciamo una fiaccolata notturna in bici partendo da una montagna!" beh, tu accetta. Sarà anche folle come cosa, ma ne varrà la pena.
  • 2013 10 03 185430
    Caccola Spaziale - Storie di muchi [673 commenti]
    oltre 6 anni fa

    Bel racconto, è stato piacevole leggerlo!