Ogni cosa è illuminante

by Joliet Jake

circa 7 anni fa

Istruzioni:
Descrivi o fotografa tre oggetti che parlano di te.

“Sex, PC and blues”

Sex

Sex

06112011880

PC & informatica

06112011878

Blues

06112011881

Cultura

Sex 06112011880 06112011878 06112011881

Come nella più rigorosa tradizione, ho voluto rifarmi ad un paradigma di uso comune: quello della vita spericolata: “Sex, drugs and rock 'n roll”. Però questo modo di dire non mi appartiene molto, quindi mi sono preso la licenza artistica di tramutarlo in “Sex, PC and blues”.
Ecco una dettagliata descrizione di questi tre fondamentali elementi della mia vita:

- Sesso: Beh è ovvio che il sesso come tutte le attività fisiche sia importante, e poi indubbiamente piacevole. Ora cercherò di non scendere troppo nel dettaglio per non urtare la sensibilità dei giocatori più piccoli, ma praticamente mi piace quando *CENSORED*, poi la si gira e *CENSORED*. E non dimentichiamo *CENSORED*... per poi finire con *CENSORED*. Di certo non può mancare al repertorio l’inebriante sensazione *CENSORED*, stando in bilico sulla sulla groppa del cammello *CENSORED*, poi con un’abile mossa si afferra il trapezio ed a quel punto *CENSORED*. Spero di non aver problemi con la censura.

- PC & informatica: Mi piace tutto di questo mondo: Internet, videogiochi, novità tecnologiche, programmazione. Non sono un fanatico (al contrario odio gli sprechi, anche di capacità computazionale), ma un vero e proprio appassionato. Mi affascina la rigida logica secondo cui opera il calcolatore elettronico ed al tempo stesso l’enorme versatilità, capacità di calcolo e di multitasking e la libertà che permette nella creazione di nuovo software. Personalmente considero la programmazione una disciplina in grado di elevarsi, in determinati casi, al livello di vera e propria arte. Prendiamo per esempio il livello a cui mi trovo io: la soddisfazione ed il senso di completezza dopo aver passato ore ed ore per centrare una tabella su una pagina sono indescrivibili a chi non li prova. Oppure vogliamo parlare di quando si spendono quattro ore a fare mille prove e poi si capisce che il problema consiste nell’aver dimenticato una parentesi graffa, una parentesi tonda oppure un punto e virgola? Poesia, pura poesia. Comunque io sono molto magnanimo e concepisco anche che ci sia chi non apprezza questo mondo, il fatto che costoro abbiano indubbiamente un quoziente intellettivo rasente allo 0 non mi induce a deriderli nè a discriminarli, il che dimostra la mia vasta apertura mentale!

- Blues: L’anima in musica (assieme - ovviamente - al SOUL), il padre del rock e della musica modena. Esprime il dolore inconsolabile,la sofferenza della vita, connaturata nella nostra essenza, che ci accompagna nell’esistenza e parte dei nostri nervi, dei nostri tendini, della nostra anima. La felicità è passeggera e va goduta, la sofferenza della vita dura una vita, facendoci morire un secondo alla volta. Una musica-non-musica fatta da pochi-tanti brani. Pochi di numero, tanti perchè ogni volta che li si suona li si riinterpreta. Ogni volta si rende, in quell’esecuzione, il brano unico ed irripetibile, destinato a svanire al disperdersi delle ultime onde sonore dando una momentanea benedizione agli astanti prima di morire per sempre. Morire, soffrire. Parole rare al giorno d’oggi. Una società gaudente e dissennata che nasconde accuratamente le lacrime e le pene, come se essere dolenti, o meglio essere umani, fosse qualcosa di cui vergognarsi. Qualcosa che interrompe bruscamente l’idillio del mondo dei balocchi. E ci sfugge come cercare di almeno SEMBRARE sempre belli, splendenti, in forma, ricchi, felici non sia altro che un’ulteriore peso non necessario del nostro viaggio terreno. Invece è semplice: basta prendere la propria armonica blues, oppure mettere su un vecchio CD, e la storia delle storie - quella del perpetuarsi di vita e morte, quella delle vicende umane, sempre diverse ma sempre eguali a se stesse - prenderà vita e si alzerà leggera nell’aria, in bilico sulle note.

NOTA:
Qualora “sesso” non venga considerato un oggetto vero e proprio, mi sono permesso di aggiungere una quarta foto, di una piccola parte dei miei libri. Considero la lettura, la ricerca, la formazione e l’erudizione parti fondamentali dell’esistenza umana, che qualificano chi le pratica come vero e proprio homo sapiens, e dimostrano la volontà di intelligere. Secondo la mia opinione istruirsi è un tacito ribadire questa sopracitata caratteristica come unica e fondamentale nella distinzione della specie umana rispetto a tutti gli altri animali. Tale comportamento mostra infatti un irrefrenabile desiderio di cambiamento e di miglioramento, la scintilla che ha caratterizzato la storia della specie smuovendola dalle pelli e dalle caverne attraverso la ruota fino ai jet supersonici. Conoscere di più, essere assetati di conoscenza per capire meglio e vedere meglio quello che è nascosto da una coltre di ottusità ed ignoranza è ciò che ci rende più umani.

“Considerate la vostra semenza
fatti non foste a viver come bruti
ma per seguir virtute e canoscenza”
(Dante Alighieri, Divina Commedia, Inferno canto XXVI, 118-120)

4 Commenti

  • Av110
    Joliet Jake [120 commenti]
    circa 7 anni fa

    *inchino* Grazie Suh, cara convalligiana :)
  • Cyborg 3.5
    Suh(shi) [1661 commenti]
    circa 7 anni fa

    uhh bella davvero :)
    anche gli ''oggetti'' scelti XD
  • Av110
    Joliet Jake [120 commenti]
    circa 7 anni fa

    Troppo buono, caro dave. Aspetto con ansia la Sua prossima esecuzione piuttosto ;)
  • 311293 10150297082899334 801484333 7585068 2753354 n
    dave [52 commenti]
    circa 7 anni fa

    purtroppo ho solo 3 voti ma questa esecuzione ne valeva molti ma molti di più!
    sei un grande! D: