Sinossi in cornice

by DinDin

oltre 7 anni fa

Istruzioni:
Descrivi in 140 caratteri cosa vedi fuori dalla tua finestra.

“una corrida di suoni dal folklore "paesano"”

Mi cimento in quest'istruzione rinchiusa tra le mura della casa dei miei posta in un paesino dove gli spunti affacciandomi dalla finestra(in realtà neanche tanto e vi spiegherò il perché) non mancano. Qui tutte le case sono attaccate l'una all'altra, se solo mi azzardo ad allungare l'occhietto oltre la soglia delle mie mura, ho la possibilità di godere di panorami folkloristici che mi riempono l'anima e non solo. Mi affaccio dalla finestra della mia stanza intenta a prendere semplicemente un po' d'aria(mica tanta con il caldo) e come al solito riconosco i faccini delle dolci(per niente) vicine in tipica veste sicula da nonnina, le "tappine"(ciabatte) ai piedi, il "fadile"(grembiule da lavoro) addosso e già questa visione è così entusiasmante che nessun panorama marittimo, nessun alba o tramonto in spiaggia con mille amanti potrebbero competere; e poi, poi le sento parlare e un'estasi mistica mi invade.. "Filippììììììì? dove sei stata? rientri dal mercato? hai visto il camioncino delle patate a pochi piccioli oggi? Ora rientro che devo cucinare".. in italiano, credetemi, non rende, ma posso solo cercare di esprimere la grazia con qui queste signorotte di mezza età comunicano da balcone a balcone raccontandosi le vicende quotidiane ogni santo giorno, parlando di Tizio e Caio che hanno incontrato Sempronio che invece di essere con altri Tizio e Caio era con un altro Sempronio, magari pure cornuto! E così contemplo i loro visi accaldati pieni di gioia per aver vinto la gara della diffusione di minchiate più veloce del secolo, decido di affacciarmi ancora un po' e ho l'occasione di vedere il carissimo vicino super cattolico e teoricamente rispettoso di tutto il vicinato e di tutte le creature presenti sulla Terra, scoreggia, e in quel momento capisco che certi precetti cattolici sul rispetto del prossimo forse li ha persi per strada. Rientro, guardo i miei gatti, mi leggono lo sconforto allegro in faccia e mi chiedono cibo.

0 Commenti