Totem vettoriale

by Lulu'

circa 9 anni fa

Istruzioni:
Cerca sul web l’immagine del tuo animale guida.

“La scimmia non è l'animale che credete!”

Collage 20di 20picnik

Collage 20di 20picnik

Un falegname un giorno trovò, ai bordi della foresta, una piccola scimmia, e decise di tenerla con sé. La scimmia, anche se non parlava come gli umani, capiva perfettamente quello che il falegname diceva; e sua volta il falegname interpretava senza sbagliare quello che l'animale pensava.

L'uomo portò la bestiolina al lavoro con lui. Il bancone era ingombro di ogni genere di strumenti. La scimmietta salì sul ripiano e li guardò con curiosità. Non ne aveva mai visti di simili. Non capendo cosa servissero, cominciò a buttarli sul pavimento, ma il falegname dolcemente la fermò.
"Aspetta, piccolina. Questi non sono dei rottami: sono gli strumenti del mio lavoro. Questa è una pialla; questa una raspa; questo arnese dalla forma curiosa è un succhiello; quest'altro una sgorbia. Tutti differenti, buffi, strani, ma ognuno ha una ragione per essere così. Solo perchè non capisci il loro uso non devi disprezzarli o gettarli via. E' l'artigiano che li ha creati e li mette a frutto che sa i loro segreti, la ragione per cui esistono, non certo una scimmietta come te."

L'animale si calmò, e, pur perplesso, si mise da parte ad osservare il lavoro dell'uomo. Presto però si stancò, come spesso accade anche a noi quando guardiamo ciò che non comprendiamo fino in fondo, e si appollaiò sul balcone a guardare fuori.
Attaccati al muro sottostante c'erano alcuni mendicanti. Un ragazzino minuscolo con il corpo deforme e la faccia tutta storta, una vecchia dai capelli radi dalla mano tremolante, un cieco, un giovane che stava seduto a fissare il vuoto sbavando. La scimmia, guardandoli, iniziò a ridere; e tirava loro sassolini e rifiuti. I poveretti non capivano da dove arrivassero i colpi; poi, avvistato in alto l'animale, tentarono di sottrarsi ai lanci. Ma più si riparavano più la scimmietta rideva, e li bersagliava con foga e gioia maligna.

Nella finestra si profilò l'ombra del falegname, che delicatamente ma con decisione afferrò la bestiola per la collottola e la mise sul bancone.
Quindi, guardandola con dolore, le disse: "Ma come! Non ti avevo appena detto che non devi disprezzare e distruggere ciò di cui non capisci la ragione per cui è stato creato?"

0 Voti


0 Commenti