Big Brother is Watching you

by Dextroy

oltre 9 anni fa

Istruzioni:
Installa in città almeno 20 occhi.

“L'occhio è il punto in cui si mescolano anima e corpo. Christian Friedrich Hebbel.”

Quale miglior copertina?

che faccia metto?

questi sono 20...

e mannaggia all'inchiostro!

Problema risolto.

E sono più belli!

è o non è un bel mucchietto d'occhi?

Ready to go!

Regola numero uno. Se l'area è privata, tu sei osservato.

Regola numero 2: Se sei in un bagno pubblico, sei osservato.

Regola numero 3: Se qualcuno disegna una facia con gli occhi cattivi, rendila fatta.

Regola numero 4: Se ricevi posta, loro la guardano.

Regola numero 5: Se hai bisogno di aiuto, loro lo sanno.

Regola numero 6: Sentiti osservato.

Ti osservano quando tiri l'acqua.

Sanno quanta ne usi.

e quanta carta tiri.

Regola numero 7: Lava le mani. (è una norma igienica eh!)

Non esagerare con le salviettine. Lo scoprirebbero.

Sanno se sei sveglio. (E qui non lo sei)

Abbi paura di portarti il sapone.

e tira l'acqua prima di uscire.

Regola numero 8: TIRA QUELLA CAVOLO DI ACQUA!

Ok, fine delle regole.

Un'occhio in più sui bambini non fa male...

Datagate. Altro che USA.

La bacheca ti vuole. ORA.

WAT?

Rallegriamo un po' l'ospedale!

Un po' di compagnia non farà male alla faccina!

Cristone numero 1.

Cristone numero 2.

Mi dovete una camera d'aria.

Nel caso vogliate cercarli...

Altra istruzione, altra storia.

Agosto, ma non fa caldo.

Dextroy, che come al solito non ha nulla da fare, cerca degli occhi su google. Ne stampa due serie da dieci. Impreca mentre la seconda serie gli esce senza colori. Cerca dei pennarelli, dopo averli trovati, colora gli occhi "vuoti".

Cerca una busta trasparente semirigida, dello scotch (non quello da bere) , delle forbici ed un uniposca. Sale sulla bici ed inizia la sua avventura.

Raggiunge il condominio dell' "Ex-Sama" e installa il primo paio. Di nuovo in sella arriva ai bagni pubblici del parco giochi, entra con nonchalance e attacca altri due paia di occhi. E siamo a tre. Si dirige verso l'imbarcadero facendo una sosta ai vecchi bagni pubblici. Altro paio. Torna in sella e raggiunge l'imbarcadero. 8 paia di occhi controlleranno gli "scarcamenti" dei viaggiatori. A quanti siamo?

- 12
- Non l'ho chiesto a te! comunque, grazie.

Dicevo. Installato il 12 paio di occhi rimonta in sella diretto al tabacchi. Compra le sigarette (Winston Blu da 10) ed esce. La pietrina dello zippo dà l'innesco allo stoppino. Sigaretta in bocca sale verso le scuole.

Raggiunge una casa semi-abbandonata e ne attacca un paio sulla cassetta della posta satura di volantini della "Tigros". E sono 13. Continua a salire, raggiunte le scuole vede un cartello che pubblicizza un'orchestra. Il tizio ha gli occhi chiusi. Altro paio. 14.
Già che c'è rallegra l'ospedale. entra dal padiglione "A" e, prendendo l'ascensore, scopre che qualcuno è arrivato prima di lui. Non si perde d'animo e sale al terzo piano. Si porta al padiglione "A" Entra in ascensore, preme lo 0 e, appena parte, lo blocca. Instala il 15° paio di occhi. Esce e tira il primo porcone. Gomma a terra. Controlla la valvola. Secondo porcone:: la valvola è chiusa. Sale in sella intento a finire la missione.
Ne mancano solo 5.
Passa dalla biblioteca, attacca il 16°, scende in piazza e mette il 17° paio in una cabina telefonica.
Ancora 3.
Scende verso il lago e, arrivato all'asilo "Mariuccia", ne ficca un altro paio. Meglio controllarli, i bambini. Scende ancora e raggiunge l'entrata del parchetto.
Ci sono i vigili che lo seguono da un po', forse sarà per la gomma sgonfia.
Raggiunge il "Johnson" e, sulla gru usata per spostare le barche, ne mette un altro paio. E sono 19. E i vigili l'hanno mollato. Non possono entrare nelle zone pedonali. Si guarda intorno e scova il cartello che informa del servizio di guardia costiera volontaria. Meglio aiutarli. E finire la missione.
Si ferma al bar "Marinella" si prende un caffè e, bici al fianco, torna a casa.
Accende il PC e scrive una storia.
Questa.

(Lo staff di CCU mi deve una camera d'aria. Ma mi accontento di una birra...)

0 Commenti