Iconografia essenziale

by CROCCHIO

oltre 9 anni fa

Istruzioni:
Trova sul web un'immagine del gioco più importante della tua infanzia.

“Questa è un esecuzione <font color="#99ff00">VERDE!!</font>”

Copertina Verde

Immagine trovata sul web ai fini dello svolgimento della missione...

...io all'età di 3 anni abbondanti...

...nell'orticello col mio nonnino...

...ligio ai suoi insegnamenti...

...che ancor oggi metto in pratica... (pomodori)

...con delle piante di qualità... (lattuga)

...di impeccabile sanità.... (zucchine)

...di somma grazia... (piselli)

...che con arte sopraffina... (pomodori)

...regalano i loro frutti... (pomodori)

...superbi frutti... (cetrioli)

... di cui andare matti e fieri... (zucchine)

... e con cui riempire gli sconfinati spazi... (fagiolini verdi)

... o con cui battere inaspettati record... (zucca gialla)

...o semplicemente mettersi in mostra... (girasole)

... per magari riempirsi la pancia... (mais)

... o rendere piccante un momento... (peperoncini)

... perchè nell'orto si possono fare anche degli incontri...

... utili...

... o inutili....

C'era una volta un bambino.
Non era un bambino qualunque.
Era un bambino Verde.
Una volta, non c'era il computer.
Magari c'era, ma non da lui.
Lui aveva le macchinine: le BRUM BRUM, diceva.
Era un bambino fortunato.
Aveva anche tanti nonni.
Quattro per la precisione.
Ma per lui erano tanti.
Tanti bambini come lui, non li avevano. E neanche mamma e papà.
Quindi era veramente fortunato.
Si divertiva col nonno.
Quel bambino aveva un nonno con l'orto.
Era bello sporcarsi di terra nell'orto.
E poi se mescolavi acqua e terra, il fango era l'ennesima potenza del divertimento.
Quel bambino scendeva giù col nonno, a tener l'orto.
Quel nonno lo aveva scelto come nipote prediletto.
Il primo nipote maschio.
Gli stava insegnando qualcosa.
Giocando stava imparando l'arte della vita.
L'orto cresceva, il bimbo pure. E purtroppo anche il nonno.
Gli eterni insegnamenti, le giornate passate assieme, piccoli lavori dai grandi risultati.
Anche la sequoia nasce da un insignificante seme.
Il tempo passava, il bimbo cresceva. I nonni diminuivano.
1991, 2001, 2004, 2010.
Lentamente il bambino cresciuto aveva perso qualcosa e si sentiva solo.
Un assenza molto forte.
Un eredità troppo importante.
Ma dentro l'eterno bambino il nonno viveva ancora.

__________________________________________________________________

Il gioco più importante della mia infanzia, come testimoniano le foto, era scendere nell'orto col nonno. Ho avuto la fortuna di conoscere (per più o meno tempo) tutti i miei nonni, ma i 2 nonni paterni sono stati quelli che mi hanno segnato di più nella mia infanzia (più che altro perchè vivevano nell'appartamento al piano di sotto). Praticamente sono cresciuto a casa dei miei nonni, perchè i miei lavoravano e a scuola venivano a prendermi i nonni. Passavo ore e ore col nonno. Ero la sua ombra. E invecchiando sono diventato il suo bastone. Il braccio per i lavori che la sua età non gli permetteva più di fare. E l'orto è quello che più mi fa ricordare ancor oggi la sua presenza. E il fatto di mantenerlo in ordine lo fa sentire ancora vivo accanto a me.

8 Commenti

  • CROCCHIO [2585 commenti]
    oltre 9 anni fa

    L'eterno bambino che è in me, smania di giocare al gioco della propria infanzia...
  • überdolphin [44 commenti]
    oltre 9 anni fa

    Anch'io ho passato un sacco di tempo nell'orto col nonno, sono stato più fortunato però, l'orto non c'è più, il proprietario del terreno ci ha fatto un parcheggio... Il nonno ed i ricordi ci sono ancora
  • Pryntyl [2895 commenti]
    oltre 9 anni fa

    Un colore, un destino si potrebbe dire!
  • MrCæsar [623 commenti]
    oltre 9 anni fa

    Belle le foto col nonno! Bella passione!
  • il vecchio pardo [554 commenti]
    oltre 9 anni fa

    eh, i nonni... come non votarti?
  • Spettacoloss [927 commenti]
    oltre 9 anni fa

    Viva gli orti dei nonni! Viva le missioni Green! :D
  • Stella III [1540 commenti]
    oltre 9 anni fa

    Bellissime le foto e il racconto!
  • Broccoli or Potatoes? [4738 commenti]
    oltre 9 anni fa

    Bellissimo racconto e hai un orto più che in ordine, è un orto perfetto e verde!
    Verde matematico.