Iconografia essenziale

by Bionder Back

oltre 10 anni fa

Istruzioni:
Trova sul web un'immagine del gioco più importante della tua infanzia.

“Signora è andato a finire il pallone dentro il giardino...ci aprite?ce lo possiamo prendere?”

Essenzialmente la mia infanzia s'è sviluppata negli anni 90.Niente playstation e videogiochi massicci.Mi/Ci bastava un Super Santos per sognare.Tutto iniziava facendo la colletta tra noi "piccoli" per vedere di metter su i soldi necessari per acquistare questo pallone."Gennaro il tabaccaio" era quello che aveva il prezzo più accessibile,3000 Lire.Altri potevano arrivare anche a 3500-4000 lire,e li iniziava il problema...
La domenica mattina,dopo la messa (la messa...che rito...ma mamma non ti faceva andare a giocare se non andavi prima in messa)tutto noi scugnizzi ci si incontrava per giocare con il pallone,prima si faceva il tocco per la palla ed il campo,e poi addirittura,si litigava per i calciatori da personificare.I più richiesti erano Maradona e Roberto Baggio.
Sognavamo la nazionale,sognavamo il 94,e il 98...sognavamo di non sbagliare il rigore e di rifare la storia.I più agguerriti sotto il maglioncino (eh si perchè in messa dovevi esser ben vestito) si mettevano la maglietta del calciatore.
Volevamo giocare sempre,volevamo giocare dappertutto,spesso e volentieri in orari non consentiti,spesso e volentieri il pallone finiva sugli alberi e diventava irrecuperabile,spesso e volentieri finiva nel negozio di alimentari,spesso e volentieri nel giardino della "signora"...spesso e volentieri veniva la classica "guardia" di merda che se lo prendeva e te lo sequestrava...
Andate a giocare più in là con il pallone perchè ci date le pallonate.
Spesso e volentieri...
"Signora è andato a finire il pallone dentro il giardino...ci aprite?ce lo possiamo prendere?"

10 Commenti

  • Logan [2849 commenti]
    oltre 10 anni fa

    Voto per la descrizione. ;)
  • Splinter [436 commenti]
    oltre 10 anni fa

    Ahh quante partite! E poi nel campetto dell'oratorio...
    Ricordo che c'era il SuperTele, piu' economico ma era talmente leGgero che andava a vento, e non arrivava mai a sera.
    Poi il SuperSantos era il giusto compromesso, ma il figlio di papa' aveva il Tango, pesante e duro che se tinarrivava sulla coscia ti lasciava il segno...mahh che ricordi, meriti qualche votoM :-)
  • gnapp [2007 commenti]
    oltre 10 anni fa

    che bei tempi! e quanti palloni persi ovunque!
  • Bionder Back [12 commenti]
    oltre 10 anni fa

    vedo che siete molto solidali...altri tempi...
  • Ewah [1157 commenti]
    oltre 10 anni fa

    A noi finivano sui terrazzi magari di qualcuno che non abitava lì ed eravamo costretti a vederlo mentre si sgonfiava, giorno dopo giorno, sotto il sole...
  • shedra [611 commenti]
    oltre 10 anni fa

    noi eravamo letteralmente terrorizzati dal "signore del primo piano" che spesso e volentieri col suo ghigno sadico ci bucava il pallone con un coltellazzo davanti ai nostri occhi :°
  • Pryntyl [2895 commenti]
    oltre 10 anni fa

    "Gennaro il tabaccaio" mi ha fatto venire in mente i racconti di Benni ed tutto il tuo racconto mi piace molto.
  • Broccoli or Potatoes? [4738 commenti]
    oltre 10 anni fa

    te lo buco sto pallone!
  • Miriam [94 commenti]
    oltre 10 anni fa

    Che ricordi! *-*
  • Macca [129 commenti]
    oltre 10 anni fa

    GENNARIO IL TABACCAIO. Madonna, è un'istituzione sammaritana xD